L'Azienda

 IL MITO DELL' ARABA FENICE

 Un nome senza tempo, che si perde nella notte ancestrale dei secoli. Una Stella senza età,  come un mito che non vuole   spegnersi.         

L' Araba Fenice nutrendosi di Perle d' Incenso viveva per 500 anni per poi ardere sul rogo e  quindi rinascere dalle sue stesse ceneri più Pura e più Bella. 

Cosa rara e quasi impossibile a trovarsi la Fenice divenne per gli scrittori cristiani il Simbolo  della Resurrezione così come nel   linguaggio popolare un qualcosa di tanto straordinario da  sembrare inverosimile, una specie di portafortuna per le persone   buone, un qualcosa di magico, senza età e senza tempo. Un simbolo che sa tanto di verità, questa è l'Araba  Fenice, l'uccello Sacro dell' Antico Egitto, somigliante ad un aquila con   piumaggio vivamente  colorato e Simbolo Guida di questa azienda agricola.

La nostra azienda è situata in una amena località nel sud-ovest della Sardegna, a mezz’ora di automobile dal mare, potendo scegliere tra il golfo di Cagliari e la costa sud-occidentale. È ai piedi di una catena montuosa denominata “Monte Linas”, con la cima di 1200 m di altezza. A pochi chilometri di distanza in una località chiamata Matzanni, si trovano tre pozzi sacri risalenti all’età nuragica ed un tempio punico, tutto ciò rende il luogo molto suggestivo, oltre il panorama che spazia sul campidano. L’azienda viene condotta dal 1990 con il metodo di Agricoltura Biodinamica, la quale, oltre a non utilizzare sostanze chimiche di sintesi e a recuperare pratiche tradizionali, quali il sovescio e la rotazione delle colture, si basa su una serie di “preparati” utilizzati in dosi omeopatiche, che funzionano come vere medicine per il terreno e per le piante. Ne risulta un progressivo risanamento del terreno, con un aumento di humus stabile, e una qualità superiore dei prodotti. Affrontiamo i parassiti delle piante e del terreno con degli antiparassitari omeopatici che invece di arrecare la morte allontana i parassiti. Esempio: contro la mosca olearia per l’olivo, utilizziamo la mosca stessa in 8 CH, che viene spruzzata sulle piante nei periodi di maggior attacco. Le nostre principali coltivazioni e produzioni sono: l’olivo, l’aloe arborescens, miele, erbe aromatiche, e altri preparati composti.

Un pò di storia…

 

"Il mio nome è Sergio Lecca, sono nato dove risiedo nel 1951 sebbene nella mia infanzia ho vissuto 13 anni a Verona, dove nel 1973 dopo un incidente che mi immobilizzò per alcuni mesi, leggendo, mi capitò un libro dove si parlava del biologico e dei danni derivati dall’alimentazione dei cibi coltivati con concimi chimici di sintesi. Era uno dei primi libri per quel periodo che parlassero in quel modo e fecero su di me un tale effetto che da allora mi presi a cura l’alimentazione, ma, non si può pretendere solo di mangiare bene tu se non contribuisci a migliorare il sistema. Così iniziai a parlare agli altri della necessità di coltivare la terra in modo biologico e iniziai al contempo un percorso personale di conoscenza.
Nel 1976 mi trasferii in Sardegna dove mi accorsi che la terra non era sfruttata e inquinata come su al nord. Nel frattempo lavoravo a Cagliari ed il fine settimana mi recavo al mio paese dove potevo trovare “ristoro”. Nel 1983 con la mia compagna, acquistammo il terreno dove attualmente coltivo i miei prodotti per una condizione biologica, e per poter far crescere i figli che intensamente volevamo in modo più naturale possibile, senza rinchiuderli in appartamento a guardare dalla finestra o ancor peggio a guardare la televisione. Nel 1986, conobbi la pediatra per il primo dei tre figli, Diego, che lo seguì con amore e con la medicina antroposofica. Da lì iniziai la lettura dei testi di Rudolf Steiner che mi coinvolsero completamente, così decisi di trasformare la mia azienda da biologica a biodinamica. La strada non fu semplice, perché la biodinamica non si realizza con un insieme di ricette, ma, con una consapevolezza e un coinvolgimento totale.
Ora sebbene il percorso sia ancora lungo, considero l’azienda in una condizione vitale per poter produrre dei prodotti vitali."

Alla fine del 2014 subentro io, Diego, il primo dei tre figli. Sono cresciuto all’ interno dell’azienda, a contatto con la natura e grazie agli insegnamenti sviluppati dai miei genitori nei loro percorsi di conoscenza.
Dopo una laurea in economia a Verona e dopo aver provato vari lavori in svariati settori, all’ età di 28 anni ho maturato la consapevolezza e la scelta di continuare ciò che mio padre aveva iniziato e quindi prendere in mano gradualmente l’azienda. Ovviamente continuando con il metodo biodinamico e allo stesso tempo con l’obiettivo di cercare di stare al passo con i tempi in un settore che mai come in questo momento vive di rinnovato interesse anche, e soprattutto, da parte dei giovani.
All’ingresso del nostro paese, Vallermosa, è presente da anni un murales con la scritta “Scegli un lavoro che ami e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua”. Ecco, penso di aver trovato il lavoro che amo.